Il Signor Mercato e l’investimento di valore

Il Signor Mercato (Mr. Market) e l’investimento di valore (Value Investing).

““Molte di quelle cadute rinasceranno e molte cadranno che ora sono in onore”. Così scriveva nel 17 a.C., nella sua Ars poetica, Quinto Orazio Flacco. E parecchio tempo dopo gli faceva eco John Pierpont Morgan, il banchiere angloamericano che tra la fine dell’Ottocento e primi del Novecento giunse a controllare un terzo del sistema ferroviario americano: “I mercati finanziari oscillano, è nella loro natura”. Apprendere il giusto atteggiamento verso le oscillazioni dei mercati è un passaggio fondamentale nella formazione di qualunque investitore di successo, professionale o meno che sia.

E questo atteggiamento è ben descritto dall’economista americano Benjamin Graham, nella sua metafora di Mr. Market (The Intelligent Investor, 1949). Immaginate, dice Graham, di possedere una piccola quota di 10.000 euro in una qualsiasi srl di vostra conoscenza. Uno degli altri soci della srl, che chiameremo Mr. Market, è una persona veramente molto, molto gentile. Ogni giorno alle cinque vi telefona per dirvi quanto pensa che valga la vostra quota e chiude la telefonata offrendosi di rilevarla o di vendervi delle altre quote sulla base del valore che vi ha indicato. Talvolta la sua idea del valore della vostra quota vi sembra plausibile e giustificata dall’andamento dell’attività della srl e dalle sue prospettive future. Altre volte invece Mr. Market si lascia prendere dal proprio entusiasmo, o dal proprio pessimismo, e il prezzo che vi propone vi sembra un po’ ridicolo. Da prudenti investitori e sensibili uomini d’affari che siete, lascereste che la telefonata quotidiana di Mr. Market influenzi l’idea che avete sul valore della vostra quota della srl? Probabilmente solo nel caso in cui vi trovaste d’accordo con la sua valutazione, o in quello in cui foste intenzionati a incrementare o liquidare la vostra quota. Sareste felici di vendere qualora vi proponesse un prezzo ridicolmente alto, e ugualmente felici di acquistare da lui quando vi proponesse un prezzo consistentemente basso. Per il resto del tempo sareste così saggi da formarvi da voi la vostra idea del valore della vostra quota sulla base dell’andamento della società e della sua posizione finanziaria.”

Fonte: Wikipedia Prezzo e valore

value-investing

Precedente L'equity crowdfunding è un buon investimento? Successivo In media otteniamo quello che ci meritiamo