Una valida alternativa al gioco d’azzardo!

Che tristezza! Gli italiani nel 2016 hanno speso (sprecato) complessivamente 95 miliardi di euro al gioco d’azzardo. In media 1.600 euro a testa. Di questi oltre la metà giocando alle slot machine. 

Una cifra molto superiore a quanto investito nei fondi pensione. La contribuzione complessiva alla previdenza complementare è stata nel 2016 pari a 14,2 miliardi di euro. In media 237 euro a testa.

Considerando che il reddito medio degli italiani nel 2016 è stato di 20.690 euro, significa che circa un mese all’anno di lavoro viene sprecato per il gioco d’azzardo, mentre alla previdenza integrativa vengono dedicati 4 giorni.

E se facessimo il contrario? Cosa succederebbe?

Proviamo a fare dei calcoli.  

Immaginiamo quindi di versare ogni anno in un fondo pensione 1.800 euro (150 euro al mese) per 35 anni (dall’età di 32 anni fino a 67 anni). Rendimento medio annuo ipotizzato 3% e inflazione media annua attesa 2%. Il versamento in un fondo pensione consente la deduzione dal proprio reddito di quanto versato (fino all’importo di Euro 5.164,57) con un conseguente risparmio fiscale. Nel nostro caso il risparmio fiscale, con l’aliquota del 27%, sarà di 486 euro, quindi l’esborso effettivo sarà di 1.314 euro (1.800 – 486). Nel caso in cui l’aliquota sia più alta, perché il reddito è più elevato, il vantaggio sarà ancora maggiore.

Sulla base di queste ipotesi potremmo quindi non sprecare 1600 euro (che moltiplicati per 35 anni sono 56.000 euro), investire 1.800 euro in un fondo pensione, ma versarne effettivamente 1.314 all’anno (per un totale di euro 45.990), quindi molto meno di quanto sprecato con il gioco d’azzardo e ritrovarci all’età della pensione con un capitale accumulato di euro 75.395 che potrebbe garantirci una rendita mensile, aggiuntiva alla pensione pubblica, di circa 380 euro.

STA A VOI SCEGLIERE COSA FARE!

Riassumendo: il gioco d’azzardo crea dipendenza, il fondo pensione contribuisce a raggiungere l’indipendenza finanziaria e, soprattutto, il benessere interiore!

Se proprio non vi interessa il fondo pensione con 1.600 euro potreste fare ogni anno un bel viaggio!

Buon Natale!

 

Precedente Cosa bolle in pentola? Successivo La pianificazione finanziaria